Comune di Sommatino

Il SUAP

ATTENZIONE QUESTO PORTALE NON E' ANCORA UFFICIALMENTE ATTIVO PER L'INVIO DELLE PRATICHE AL SUAP DEL COMUNE DI SOMMATINO (CL)
 

Lo Sportello Unico Attività Produttive viene definito dal D.P.R. 7 settembre 2010, n. 160 come: “l’unico punto di accesso per il richiedente in relazione a tutte le vicende amministrative riguardanti la sua attività produttiva e fornisce, una risposta unica e tempestiva in luogo di tutte le pubbliche amministrazioni comunque coinvolte nel procedimento
 
L’introduzione del D.P.R. 160 del 2010, con il quale viene imposta l’ informatizzazione dello Sportello Unico, definisce le modalità di comunicazione telematica tra il SUAP ed il richiedente e il SUAP e gli altri enti coinvolti.

L'attivita' oggetto di  segnalazione puo' essere iniziata dalla data della presentazione della SCIA completa di ogni dato richiesto, al SUAP competente, che, verificata la sua correttezza formale, a completamento dell'istruttoria, rilascia  ricevuta.
Il SUAP, in caso di accertata carenza dei requisiti e dei presupposti previsti, nel termine di sessanta giorni dal ricevimento della segnalazione, adotta motivati provvedimenti di divieto di prosecuzione dell'attivita' e di rimozione degli eventuali suoi effetti dannosi,e,  ove cio' sia possibile, l'interessato provveda a conformare la SCIA alla normativa vigente per l' attivita' richiesta, nei termini fissati, da dieci a trenta giorni.
E' fatta salva la facoltà del SUAP di rigettare le SCIA irricevibili , inammissibili, improcedibili o infondate (art. 2 L. n. 241/90) o assumere provvedimenti di sospensione/chiusura attività.
In caso di dichiarazioni false o mendaci, l'amministrazione, ferma restando l'applicazione delle sanzioni penali previste, puo' sempre e in ogni tempo adottare i provvedimenti di divieto di prosecuzione dell'attivita' e di rimozione degli eventuali suoi effetti dannosi.
L’introduzione del D.P.R. 160 del 2010, con il quale viene disposta l’ informatizzazione dello Sportello Unico, definisce le modalità di comunicazione telematica tra il SUAP ed il richiedente, e tra  il SUAP e gli altri enti coinvolti.
  • Procedimento automatizzato (art. 5. DPR 160/2010)
E' attivabile per le attività soggette alla disciplina della SCIA (Segnalazione Certificata di Inizio Attività) ai sensi dell'art.19 della legge 241/1990, così come modificato dall' articolo 4bis del DECRETO-LEGGE 31 maggio 2010 n. 78. La SCIA sostituisce qualsiasi atto di autorizzazione, licenza, concessione non costitutiva, permesso o nulla osta comunque denominato, comprese le domande per le iscrizioni in albi e ruoli richieste per l'esercizio dell'attività di impresa. Essa costituisce segnalazione/dichiarazione/asseverazione in cui si autocertifica il possesso di tutti i requisiti che la  legge prescrive per l'avvio .
Dal 29 marzo 2011 nei casi in cui le attività sono soggette alla disciplina della SCIA. La segnalazione è presentata al SUAP, con avvio del procedimento automatizzato obbligatorio . Il rilascio di apposita ricevuta telematica, da parte del SUAP, all'atto della  presentazione della SCIA consentirà al richiedente di avviare immediatamente l'intervento o l'attività imprenditoriale,fatta salva la verifica formale che avviene entro 60 gg. 
 
  • Procedimento ordinario (art. 7 DPR 160/2010)
E' attivabile per tutte le attività non soggette alla disciplina della Segnalazione Certificata di Inizio Attività (SCIA), regolamentate dall'art.20 della legge 241/1990 . Le istanze per l'esercizio delle attività sono presentate alla PEC SUAP che, può richiedere all'interessato documentazione integrativa assegnando un termine da 10 a 30 gg ; Il SUAP, verificata la completezza della documentazione,  se non è necessaria l'acquisizione di pareri esterni, adotta il provvedimento conclusivo entro trenta giorni e questo costituisce titolo unico per lo svolgimento delle opere e l'avvio dell'attività richiesta.  Quando è necessario acquisire intese, nulla osta, concerti o assenzi di diverse amministrazioni pubbliche, il responsabile del SUAP richiede i pareri  di competenza dei singoli Enti terzi, o può indire una Conferenza di servizi ai sensi e con gli effetti di cui all'art. 14 e seguenti della L. n. 241/90 . 

Referenti
RESPONSABILE DELLO SPORTELLO E
REFERENTE PER LE PRATICHE COMMERCIALI
Ins. Maria Concetta Cafieri
0922 888236 - fax 0922 871117
suap@comune.sommatino.cl.it

REFERENTE PER LE PRATICHE EDILIZIE
Geom. Raffaele Mancuso
Tel 0922 888240 Fax 0922 871117

 

Giorni e orari di ricevimento al pubblico

Martedi e Venerdi dalle ore 10:00 alle ore 12:00

Giovedi  pomeriggio anche dalle ore 16:00 alle ore 18:00